Gli strumenti del falconiere

Un mondo sommerso pieno di tanti misteri che avvolgono un’affascinante arte.
Se ci addentriamo un po’ al suo interno scopriremo una serie di attrezzature antichissime tuttora considerate insostituibili.
 
Gli strumenti del falconiere
 
  • Il cappuccio serve a coprire gli occhi dell’animale e questo lo aiuta a rimanere tranquillo in situazioni di potenziale stress.
     
  • Il guanto, in falconeria è lo strumento che consente di portare il rapace senza subire fastidiosi graffi e dolorose artigliate su mani e braccia.
     
  • Il logoro è una corda alla quale è attaccata una finta preda costituita da penne o da un pezzo di cuoio imbottito, di consistenza idonea all'animale in questione. La sua funzione è quella di simulare una preda in movimento cosicché il falco si senta stimolato nell’inseguirla.
     
  • La filagna è una corda molto lunga che consente, nelle prime fasi dell’addestramento, di svolgere i primi esercizi anche da una discreta distanza: la si adopera fino a quando non si è certi della fiducia e prontezza del proprio falco.
     
  • geti sono delle strisce di cuoio forte e morbido che vengono applicate alle zampe del falco e servono per trattenerlo al guanto, al blocco o alla pertica.
     
  • Le borse sono essenziali per il trasporto del logoro, della carne, del cappuccio etc.
     
  • Il trasmettitore da attaccare alla zampa del rapace serve per seguirlo nel caso in cui si allontani.
Benvenuti nel mondo di Costa Edutainment
  • © Oltremare - P.iva 03362540100 - REA: GE-337946

Apertura