top_img

CAVALLUCCI MARINI

HIPPOCAMPUS

Pesci o cavalli?

Se la maggior parte dei pesci ha sviluppato una forma affusolata funzionale al nuoto, il cavalluccio marino (Hippocampus sp.) rappresenta un’eccezione: assomiglia, infatti, ad un cavallo in miniatura.

Questo piccolo pesce osseo non è un abile nuotatore e la sua pinna caudale si è modificata in una lunga coda prensile, che utilizza per ancorarsi alle piante del fondo. Le rare volte che questo pesce si muove lo fa lentamente e in assetto verticale sfruttando gli impercettibili movimenti della pinna dorsale, mentre le pinne pettorali, ai lati della testa, fungono da timone.

Lo strano caso del "pesce mammo"

La riproduzione nei cavallucci marini è molto particolare: i piccoli sono “partoriti” dal maschio!

Le femmine producono le uova e dopo un lungo e complesso rituale di corteggiamento le trasferiscono, per la fecondazione, nella sacca ventrale del maschio.

Il “marsupio” del maschio si trasforma così in una specie di incubatrice nella quale sono alloggiate le uova fino al momento della schiusa. Questa avviene dopo un periodo che varia tra le due e le quattro settimane e il numero dei piccoli partoriti può variare da 100 a 200.

 

cavalluci
cavalluci
cavalluci
cavalluci

Benvenuti nel mondoCostaParchi Edutainment

Vieni in RomagnaAPT servizi